AKLab.org

Since 2006

Nexus One: disperso?

Dopo un lungo silenzio sullo stato di salute sul mio Nexus One decido che è ora di interpellare HTC per sentire come sta il bimbo. L’assistenza “a ticket” sul sito htc.com mi risponde di chiamare il centro assistenza inglese a cui l’ho spedito. Recupero un amico che se la cava con l’inglese parlato e lo lascio 40 minuti al telefono. Dopo un po’ sento che parla in italiano: gli hanno passato un’operatrice spagnola che in qualche modo si fa capire.

Gentilissima esegue delle ricerche che portano ad un esito inaspettato: secondo il database il telefono non è mai arrivato. Io però ho una bolla di consegna da parte di TNT firmata da un addetto del centro assistenza che riporta nero su bianco la data di consegna: 31 gennaio. Mi chiede di spedirgliela, sempre tramite l’accrocchio malefico dei ticket, e dopo qualche ora un operatore diverso mi risponde così:

Recentemente ci ha scritto riguardo alla richiesta per la riparazione del telefono ,ci dispiace signora ,ma non possiamo trovare la pratica della riparazione del telefono

Tralasciamo sull’errato sesso: concentriamoci sul resto. Non trovano la mia pratica. E chissenefrega. Io rivoglio il mio telefono riparato. Anzi: sostituito, essendo questa la seconda volta che glielo mando e loro stessi mi dissero che nel caso di un secondo rientro sarebbe partita la sostituzione del prodotto.

Sinceramente sono un po’ allibito e disorientato da questa situazione. Tutti ricorderete quanto ho elogiato la perfetta macchina dell’assistenza HTC  l’anno passato. Spero che questa sia solo una sbandata, un caso isolato, un colpo di sfortuna (ve l’ho detto che febbraio è stato un mese nero?).

Ovviamente aggiornerò con l’arrivo di ulteriori novità restando in attesa di una risposta alla mia, lo ammetto, poco diplomatica risposta.

E tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti e condividi il post sui social!
---
Vuoi rimanere sempre aggiornato? Non perdere nessun post: iscriviti al canale Telegram e alla pagina Facebook!

, , ,