AKLab.org

Since 2006

Il tabaccaio non mi ha fatto la ricarica da 5 euro!

Come promesso ecco una spiegazione del perchè ero (e sono) contento della scelta di H3G

Perchè i tabaccai non vogliono fare le ricariche da 5? Il discorso è molto semplice: nessuno lavora a gratis. Le ricariche sono un servizio che viene dato per attirare persone all'interno del proprio locale nella speranza che acquistino altro. Vale per i tabaccai, vale per le agenzie, le ricevitorie, le edicole e via dicendo.

Ma si guadagna con le ricariche? La risposta rapida è NO. I compensi stanno attorno all' 1% lordo (no non mi sono sbagliato: UNO PERCENTO) e viene quindi a mancare il rapporto tra il tempo di erogazione del servizio e l'effettivo guadagno. Non che con quelle da 10€ euro si diventi ricchi ma almeno si da un senso ai minuti persi per effettuare la ricarica.

 

Bisogna tener presente che oggi nessuno di noi ha più voglia di aspettare e quindi ogni secondo è importante per evitare che un cliente "scappi" spaventato dalla coda; per questo motivo si sceglie di tagliare i servizi con il minor rapporto tempo/prezzo come ad esempio le ricariche. Ci sono esercenti che proprio non le fanno o che rivendono solo le scratch card (le carte da grattare con sotto il PIN) perchè più veloci.

I sistemi di Sisal e Lottomatica (LIS) hanno una grande comodità: sulla ricevuta è stampato un codice a barre che rappresenta il numero di telefono e l'operatore di appartenza. Basterebbe tenerlo per la ricarica successiva per velocizzare il processo di ricarica: l'operatore legge il barcode col terminale, imposta il taglio, doppia conferma e la ricarica è eseguita (processo simile per le ricariche postepay).

Ovviamente la richiesta di tenere lo scontrino cade inascoltata. Molto più importante tenere il biglietto della metro di 3 anni prima in ricordo di quella volta che si è andati a milano a vedere il Duomo piuttosto che una cosa di utilizzo quasi settimanale.

Anche questo, secondo me, contribuisce al calo di voglia di fare questo tipo di ricariche (e di servizio più in generale). Perchè diciamocela tutta: passi pure il lavorare per pochi centesimi ma doverci anche perdere troppo tempo proprio no.

Una media tra i vari provider (e i vari tagli) ci da circa 1,10% di compenso LORDO. Parliamo di lordo eh, a questo ci vanno detratte poi le tasse e il rischio rapina. Quest'ultima cosa sembrerà banale ma con i servizi (ricariche e pagamenti per intenderci) nel locale girano una marea di soldi che non sono dell'esercente. E questo, se non si è ben organizzati, diventa davvero rischioso visti i tempi che corrono e la cronaca che giornalmente ci parla di furti e rapine ai danni di tabaccai e centri servizi.

Ma per rendere ancora più chiaro il concetto: 5000 € di ricariche danno 55 euro di compenso. Non c'è rapporto tra incassato, tempo perso e compenso.

Dopo aver letto questo articolo, forse, il tabaccaio e l'edicolante non sembreranno più così tanto stronzi quando si rifiuteranno di farvela…

 

QR Code - Take this post Mobile!

Use this unique QR (Quick Response) code with your smart device. The code will save the url of this webpage to the device for mobile sharing and storage.

Alek

Da sempre appassionato di informatica e tecnologia. Dall'uscita degli smartphone non ha più potuto farne a meno. Attualmente follemente innamorato di Android e dei dispositivi Pure Google Experience

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterGoogle Plus

, , , , , , , , , , , , , , ,

  • Max Graviani

    quella di non fare ricariche da 5€ è una scelta commerciale a cui le aziende telefoniche, e Lis con loro, ci sta portando obbligatoriamente. Parlo come tabaccaio ed elenco la situazione.
    Se vendi la scheda hai un pagamento praticamente cash, pertanto gli aggi, irrisori, verranno ammortizzati in circa 30gg. Se invece effettui la ricarica telematica, i soliti aggi irrisori, ti vengono cannibalizzati dalle spese di fidejussione, obbligatorie, e dalle spese che Lis ti addebita per utilizzo terminali. Alla fine si fornisce un servizio, ma quello che risulta un guadagno, a conti ben fatti viene azzerato dai costi.
    Ultima pillola: da oggi 07/04/2016 è giunta la comunicazione UNILATERALE da Lis che gli aggi Wind vengono TUTTI DIMEZZATI, lasciando le spese invariate!!!! Fate vobis.

    • Ciao! Siamo sulla stessa barca e capisco appieno quello che denunci.
      I miei post sull’argomento infatti volevano fungere da spiegazione per tutti quei clienti che borbottano e fanno storie quando ci si rifiuta di effettuare la ricarica.
      Dalle statistiche di visualizzazione noto che giornalmente qualcuno approda su queste pagine cercando informazioni sulle ricariche da 5 euro e spero che quanto detto sia stato esauriente a motivare la scelta adottata da molti colleghi.
      Sui servizi sottopagati che svolgiamo nelle nostre attività ci sarebbe da scriverne un libro.

      • Max Graviani

        io ho inserito un post nel mio profilo facebook in cui faccio esempi economici…oggi un cliente ha avuto da ridire in merito…non c’è più vergogna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: